Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione.
Proseguendo nella navigazione del sito, si acconsente all'utilizzo degli stessi.
WebCam cammino
CRTVG

-
- León (RTVCyl.es)
- Burgos (RTVCyl.es)
 
Non sempre le WebCam sono attive e funzionanti. Alcune sono "live" altre hanno tempi di risposta variabili.

Nelle ultime 24 ore sono arrivati a Santiago:
fare Refresh della videata o F5
stelediRolando

Il lupo protettore dei pellegrini

La leggenda narra di un pellegrino in cammino verso Santiago de Compostela.

Stava transitando nei boschi Pirenaici, appena prima di giungere a Roncisvalle. Fermatosi ad una locanda del posto fece la conoscenza di un altro pellegrino, diventandone subito amico, com'è nella migliore tradizione dei pellegrinaggi. I due pellegrini da allora decisero di camminare insieme per proteggersi a vicenda dai ladroni che imperversavano in zona. Ma, in un momento di distrazione, fidandosi ciecamente dell'amico, il nostro pellegrino ebbe la sorpresa di venir pugnalato proprio dal compagno di viaggio, che in verità non era altri che un famigerato bandito che ne aveva carpito la fiducia. Il bandito lo privò di tutti i suoi averi e, dopo averlo spogliato, lo gettò lungo un pendio.
Sanguinante e in fin di vita, il pellegrino, oltretutto terrorizzato, si trovò improvvisamente di fronte a un branco di lupi. I lupi gli giunsero a pochi centimetri di distanza, quasi a sfiorarlo. Al pellegrino non restava altro che l'ultima arma della fede e, pensando al proprio credo, si raccomandò a Santiago. Uno dei lupi, dagli occhi vivaci e luminosi, ma nello stesso miti, gli fece immaginare, sotto le apparenze della belva, la presenza di San Giacomo stesso. La leggenda racconta che quello era un lupo particolare, che proteggeva i pellegrini e che impediva ai suoi compagni di branco di toccarli. I lupi osservarono il povero pellegrino, assistendolo nella morte, lasciandolo morire in pace e pregando per lui nel momento del trapasso. All'ultimo respiro del pellegrino, il branco di lupi si gettò alla ricerca del bandito per vendicarsi. Il malfattore diabolico continuò il suo cammino sulle vie che portano a Santiago, alla ricerca di altre vittime, ma una notte, mentre dormiva, venne attaccato dal branco di lupi guidato dal maschio dagli occhi luminosi. I denti affilati dei lupi lo dilaniarono per vendicare l'altra sfortunata vittima del Cammino.
La leggenda narra che ogni 100 anni per un'intera notte, il branco di lupi, insieme al lupo dagli occhi splendenti, che reincarna l'anima di Santiago, ulula per rammentare ai malfattori di non commettere ingiustizie sul Cammino e per ricordare la morte del pellegrino.

Santiago, il Lupo dagli occhi splendenti.
Autore Dorset Photographic, licenza CC by-nc 2.0. Fonte: flickr



Questo sito non ha fini di lucro e non fa uso di cookie di profilazione, ma è possiblile che utilizzi dei cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione del sito, si acconsente all'utilizzo degli stessi. I cookie sono minuscoli file che, a seconda del sito che si sta visitando, vengono memorizzati nel proprio computer dal programma di navigazione internet che si sta utilizzando (Chrome, FireFox, Internet Explorer, ecc.) e vi rimangono per un periodo di tempo indefinito. Ci˛ permette di salvare le impostazioni e preferenze e di conseguenza ricordare i dati di login per facilitare la ricerca. I cookie per˛, a tutela della propria PRIVACY, si possono cancellare e/o disabilitare seguendo le informazioni inserite nelle funzioni avanzate del programma (browser) utilizzato per navigare e fare le ricerche in internet. Tutti i loghi, nomi e marchi commerciali e le immagini riprodotte in questo sito sono dei rispettivi proprietari
> webmaster: Oriano Rinaldo - www.pellegrinibelluno.it <

web counter